andare a votare non sarebbe sbagliato, leggete il perchè

570 visite

Il 3 e 4 ottobre in numerose città d’Italia ci saranno le elezioni amministrative. Sempre più gente non va a votare, i cittadini sono stanchi della politica, sono stufi di essere presi in giro da mascalzoni che hanno usato la loro buona fede, per essere traditi nel peggiore dei modi.

Se le percentuali sono servite a smascherare la falsa pandemia, gli stessi numeri potrebbero diventare un boomerang per i cittadini. Meno gente andrà a votare, più i traditori del popolo potranno gestire le loro poltrone, questa è matematica.

Che i politici siano tutti degli infami, lo hanno capito anche coloro che votano per Renzi, per Di Maio, o peggio ancora, per colui che andava a suonare i campanelli degli stranieri a Bologna, chiedendo se spacciassero, mentre lo spacciatore vero, ce l’aveva nel suo ufficio.

Votate per i partiti più sconosciuti, cambia poco, ma farete sballare le percentuali dei criminali. Se il 30% di quelli che di solito non vanno a votare cambiassero idea, i soliti noti avranno percentuali penalizzate, ricordate che Pannella con Cicciolina fece così, li prese per il culo tutti.